Ogni volta ogni maggese che ritorna
a dar vita a un seme
sarà vita nuova anche per me!
Ricordi: li puoi tenere in testa
o nascondere in un portafogli,
ma c’è chi se li dimentica nei sogni…

Probabilmente questo è il mio anno di maggese, alle volte mi piace, alle volte vorrei lavorare…

Il maggese rappresenta un’annata di “riposo” del terreno con lavorazioni periodiche capaci di tenerlo pulito da erbe infestanti e contemporaneamente mosso in superficie.

Lunedì disegno

Martedì fotografia

Mercoledì terapia

Giovedì cucito

Venerdì suicidio

Sabato riposo

Domenica dormire…

Lunedì palestra

Martedì guida

Mercoledì palestra

Giovedì letto

Venerdì fame

Sabato riposo

Domenica dormire…

Sto facendo moltissime cose in questo periodo, tranne la cosa che ho sempre fatto: lavorare.

Mi manca l’avere un ufficio dove andare ogni mattina, ma ho ripreso a sognare, ed era dal lontano agosto 2013 che non sognavo.

E questo mi ricorda che gli anni corrono, il tempo si muove in fretta, ed io sono ferma, mi sembra almeno…

Sto coltivando molto, sto coltivando poco.

Ho avviato/dovrei avviare un piano per diventare un libero professionista nella grafica. Io rido e scherzo ed i clienti mi si buttano adddddosso pregandomi di lavorare per loro. Ma dovrei ugualmente fare un piano.

Non si può vivere alla giornata, non sono PeterPan, anche se dimostro almeno 7 anni meno di quelli che ho, non sono il Dottor Who, nè una companion, quindi non posso tornare indietro nel tempo e recuperare.

Tocca darsi da fare.

Tipo alzarsi ogni mattina con un piano, ed andare a dormire avendolo completato. Non sono mai stata molto brava con i piani, ma questa cosa, questa della vita che mi si butta contro non mi piace.
Ho delle redini da qualche parte, fino ad un paio di anni fa le avevo.

Ma sapete che vi dico ( a parte che non si inizia una frase col ma?)???
Hanno ragione quei post su facebook: “Stare vicino ad uno che piagnucola sempre uccide i neuroni ed inibisce il pensiero.”
Ed aveva ragione anche mia nonna quando diceva: “Piangono i morti per fregare i vivi”

Aggiungerò che il mondo è un bel posto, sono le persone di merda che le rovinano.

Sai quelle che hanno sempre un problema, quelli che vogliono solo essere compatiti, e che piangono così bene che riescono a fregarti spegnendoti il cervello coi loro piagnistei.

Ed il fatto che continuerei per ore ed ore a scrivere cose del genere mi fa pensare che il mio maggese sia necessario.

Sperando che nel frattempo io non diventi povera in canna!

Annunci