Non so esattamente per cosa incazzarmi di più, non so proprio da dove partire…

Morte in Supernatural
Morte in Supernatural

Diciamo che i motivi sono molti e disparati, uno tra tutti sono i “grafici di quartiere”, ossia quelle persone che postano dei lavori di grafica che in realtà sono degli schifi assoluti, a cui tutti (non addetti ai lavori) dicono: Che gran ficata, fossi bravo come te.

Anche gli architetti che si buttano sulla grafica, ieri mi è capitato in mano un invito fatto da un architetto tutto lapidato. Ma che ve lo spiego a fare???

Poi c’è il fatto che ieri Skyonline non funzionava, è stata una tragedia, perchè c’era il trono di spade. Ed oggi mi sono dovuta lamentare sia con Sky che con wind.

Inoltre il cinema dietro casa mia sta chiudendo. Il “nuovo cinema l’aquila”… non sto qui a spiegarvi perchè chiude, o perchè non mi stupisco del fatto che chiuda, ma voglio solo dirvi che la cosa mi fa abbastanza incazzare.

Tuttavia il vero motivo per cui sono incazzata è il funerale cui ho partecipato ieri (tutto ieri)…

Morto un signore anziano, che stava male da tanto, e solo io non mi ero accorta che stesse male. Così sabato mattina vengo svegliata dalla novella, e ieri, lunedì c’è stato il funerale.

La famiglia aveva optato per una raccolta fondi sull’alzheimer, secondo me molto meglio del comprare fiori… e durante il rito funebre il parroco ha fatto passare il bussolotto delle offerte! L’avrei fatto secco…

Ma non era il primo motivo per cui l’avrei fatto fuori!

Durante il rito ha spiegato come i pagani (leggete: me) siamo invidiosi, cattivi, sempre insoddisfatti (cavolo un intero post sulle cose che questa settimana mi fanno rodere non è un buon modo per contraddirlo…) e che i pagani muoiono perchè gli Dei sono invidiosi, mentre i cattolici, che sono tutti buoni, soddisfatti, lavoratori, felici, caritatevoli, non invidiosi, generosi e belli come il sole, muoiono perchè dio li ama.

Vai a spiegare ad un tipo che aspetta la resurrezione della carne per avere la vita eterna, che la vita è un viaggio… che per quanto la sorgente non conosca il mare ad un certo punto sarà il mare, e magari nel viaggio avrà paura, ad un certo punto si chiederà: “ma cos’è il mare? La fine di tutto?”

Però non è la fine, è solo l’inizio di un nuovo viaggio. Vagli a spiegare che la morte è la conseguenza naturale della vita, e l’unica tragedia è non vivere affatto. Vagli a spiegare che gli Dei ci amano, non sono invidiosi di noi, ad alcuni non importa proprio nulla di noi.

Vagli a spiegare tutti i motivi per cui guardo certi cattolici e provo dispiacere per loro. Vagli a spiegare che la vita è uno solo dei passaggi che bisogna fare per crescere, e che nulla si disfa o distrugge senza creare. E che la morte non è la fine, ma un nuovo inizio.

Vagli a spiegare queste cose… ad uno che usa un funerale per dire che Cronos uccideva i figli di Rea per invidia… la sua era paura, il vecchio che si attacca con tenacia e violenza alla vita ed il potere e che non vuole cedere il passo ai figli. Il padre padrone del libro cuore, per intenderci.

Vagli a spiegare queste cose, che a mala pena conoscono le loro.

Annunci